primitivo

Puglia Igp

Siamo in Puglia, nei pressi di Gioia del Colle, una delle zone più vocate alla produzione di questo celeberrimo vino.

Sul terreno rosso e roccioso vengono da sempre coltivati gli iconici alberelli a forma di cuore che custodiscono gelosamente i grappoli del Primitivo. Questa caratteristica forma di coltura consente di proteggere dal sole la preziosa uva che matura al suo interno.

I grappoli di Primitivo crescono vicino alla terra e maturano in anticipo rispetto agli altri vitigni coltivati nella zona. Il nome Primitivo infatti deriva proprio dalla sua precocità, che gli consente di entrare in cantina prima delle altre uve a bacca rossa.

Il primo vino rosso della linea biologica di Scuderia Italia prende vita dai rari grappoli di viti di oltre 70 anni coltivate ad alberello (caratterizzate da una resa bassissima) e altre, di 30 anni, coltivate a cordone speronato. Il terreno è rosso, ricco di ossidi di ferro, e nasconde sotto di sé uno strato di roccia calcarea.

Prendersi cura di questo particolare tipo di terra senza utilizzare prodotti invasivi è un atto di amore e passione: verso l’ambiente, verso il vino e verso chi lo beve.

Il nostro Primitivo è fresco ed elegante.

Ai profumi eleganti di mora di rovo, lampone, amarena, ciliegia, prugna e susina matura si accompagnano delicate note floreali di viola con ricordi di timo, tabacco, frutta secca e liquirizia. E per concludere, il fondo avvolgente di erbe aromatiche e grafite.

Un gusto fresco ed equilibrato maschera incredibilmente gli oltre 15 gradi alcolici.
Tannini vellutati e succosa freschezza. Emerge al palato con meravigliosi richiami olfattivi. Il finale è lungo, quasi interminabile, coerente e ricchissimo.

Il nostro Primitivo è fresco ed elegante.

Ai profumi eleganti di mora di rovo, lampone, amarena, ciliegia, prugna e susina matura si accompagnano delicate note floreali di viola con ricordi di timo, tabacco, frutta secca e liquirizia. E per concludere, il fondo avvolgente di erbe aromatiche e grafite.

Un gusto fresco ed equilibrato maschera incredibilmente gli oltre 15 gradi alcolici.
Tannini vellutati e succosa freschezza. Emerge al palato con meravigliosi richiami olfattivi. Il finale è lungo, quasi interminabile, coerente e ricchissimo.

Scheda tecnica

Vino
  • DENOMINAZIONE: Puglia
  • DESIGNAZIONE: Vino rosso tranquillo
  • CLASSE DI APPARTENENZA: Indicazione Geografica Protetta
  • CERTIFICAZIONE: Vino biologico
  • ZONA DI PRODUZIONE: Gioia del Colle (BA) – Puglia
  • ANNATA VENDEMMIA: 2022
  • UVAGGIO: 100% Primitivo
  • GRADAZIONE ALCOLICA: 15,5%
  • RESIDUO ZUCCHERINO: 4 g/l
  • ACIDITÀ TOTALE: 6,15 g/l
  • ACIDITÀ VOLATILE: 0,4 g/l
  • PH: 3,6
  • ESTRATTO SECCO: 38 g/l
  • ANIDRIDE SOLFOROSATOTALE: 91 mg/l
  • BOTTIGLIE PRODOTTE: 5000
Vigneti
  • AGRONOMO: D’Addabbo Francesco
  • UBICAZIONE VIGNETI: Alberello: contrada San Benedetto, Acquaviva delle fonti (BA) – Cordone speronato: zona marchesana, Gioia del colle (BA)
  • ALTITUDINE MEDIA DEI VIGNETI: Alberello : 280 m s.l.m, cordone speronato 350 m s.l.m
  • TIPOLOGIA DI TERRENO: Per entrambi terreno rosso ferroso con strato di roccia calcarea sottostante
  • RESA PER ETTARO: Alberello 30 q.li/ha – cordone speronato 70 q.li/ha
  • DENSITÀ IMPIANTO: Alberello 7000 piante/ha – cordone speronato : 4300 piante /ha
  • SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Alberello pugliese – cordone speronato
  • ETÀ DELLE VIGNE: Alberello: 70 anni – cordone speronato: 30 anni
  • PERIODO DI VENDEMMIA: Alberello : seconda decade di settembre – cordone speronato: terza decade di settembre
In Cantina
  • ENOLOGO: Fabio Mecca – Maria Rosaria Campanella
  • TECNICA VINIFICAZIONE: Fermentazione alcolica con lieviti selezionati a temperatura controllata, affinamento in serbatoi di acciaio inox per circa 6 mesi, affinamento in bottiglia per 3/6 mesi
  • TIPOLOGIA SERBATOI DI FERMENTAZIONE: Serbatoi di acciaio inox
  • TEMPERATURA DI FERMENTAZIONE: 22°C
  • DURATA DELLA FERMENTAZIONE: 15 giorni circa
  • FERMENTAZIONE MALOLATTICA: Si
  • AFFINAMENTO IN LEGNO: No
  • AFFINAMENTO IN ACCIAIO: 6 mesi
  • DATA IMBOTTIGLIAMENTO: 05/05/2023
Degustazione
  • CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: 10 anni
  • PERIODO MIGLIORE PER LA DEGUSTAZIONE: A partire da un anno dopo l’imbottigliamento
  • TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°C
  • APERTURA BOTTIGLIA: Qualche minuto prima della degustazione
  • DECANTAZIONE: Non necessaria
  • NOTE DEL SOMMELIER:
    • COLORE: Rosso rubino con riflessi granati
    • AROMA: Profumi intensi di piccoli frutti neri (mora, amarena, ciliegia matura) con delicate note floreali (viola) e speziate
    • SAPORE: Gusto pieno ed equilibrato, mitigato da tannini vellutati e da succosa freschezza. Finale lungo e coerente
    • ABBINAMENTI: Carni rosse alla griglia, selvaggina, come cinghiale alla griglia o brasato, in salmì. Carne di agnello o capretto al forno ma anche pasta con sughi di carne.
Premi e punteggi
Articoli
  • I vini da non perdere – Vini Scuderia Italia (Luciano Pignataro Wine&Food Blog) | Leggi l’articolo
  • Scuderia Italia, il tandem Sartori-Mecca punta sul vegano per Falanghina e Primitivo (Genius Loci – The Italian Wine Journal) | Leggi l’articolo
ETICHETTATURA AMBIENTALE
  • CATEGORIA: Bottiglia
  • TIPO MATERIALE: Vetro incolore
  • DESTINAZIONE RIFIUTO: Raccolta vetro
  • CODICE AMBIENTALE: GL 70
  • CATEGORIA: Tappo
  • TIPO MATERIALE: Nomacorc
  • DESTINAZIONE RIFIUTO: Raccolta plastica
  • CODICE AMBIENTALE: LDPE 4
  • CATEGORIA: Capsula
  • TIPO MATERIALE: Termoretraibile in PVC
  • DESTINAZIONE RIFIUTO: Raccolta plastica
  • CODICE AMBIENTALE: C/PVC 90
  • CATEGORIA: Cartone
  • TIPO MATERIALE: Carta
  • DESTINAZIONE RIFIUTO: Raccolta carta
  • CODICE AMBIENTALE: PAP 20

Contattaci

Compila il form per richiedere maggiori informazioni.